Scienze dell'Antichità

La rivista, come organo del Dipartimento di Scienze dell'Antichità di Sapienza - Università di Roma, raccoglie, in ambiti tematici, risultati di ricerche aggregate nella prospettiva di uno studio integrato delle società antiche in tutti i loro aspetti – ambientale, tecnologico, economico, sociale, politico, artistico, ideologico – considerati quali elementi interagenti in sistemi dotati di specifiche dinamiche di trasformazione.

Gli studi che in essa confluiscono sono condotti su materiali documentari diversi – archeologici, filologico-epigrafici, ecologico-naturalistici, ecc. – attraverso metodologie e tecniche analitiche parimenti diverse, in vista della convergenza delle discipline in una più ampia reciproca interazione. La collocazione cronologica e geografica va dalla preistoria al tardoantico, anche se gli interessi prevalenti si accentrano nelle età che vanno dalla neolitizzazione vicino-orientale ed europea al mondo greco e romano.

Scienze dell'Antichità è una rivista di fascia A (classificazione ANVUR) e adotta un  processo di peer-review.

Direttore: Enzo Lippolis

 

 

Comitato di Direzione:

  • Anna Maria Belardinelli
  • Savino Di Lernia
  • Marco Galli
  • Giuseppe Lentini
  • Laura Maria Michetti
  • Giorgio Piras
  • Marco Ramazzotti
  • Francesca Romana Stasolla
  • Alessandra Ten
  • Pietro Vannicelli

 

Redazione:
Laura Maria Michetti

 

 

 

Comitato Scientifico:

  • Rosa Maria Albanese (Catania)
  • Graeme Barker (Cambridge)
  • Corinne Bonnet (Toulouse)
  • Alain Bresson (Chicago)
  • Jean-Marie Durand (Paris)
  • Alessandro Garcea (Lyon)
  • Andrea Giardina (Pisa)
  • Michel Gras (Roma)
  • Henner von Hesberg (Roma-DAI)
  • Tonio Hoelscher (Heidelberg)
  • Mario Liverani (Roma)
  • Paolo Matthiae (Roma)
  • Athanasios Rizakis (Atene)
  • Guido Vannini (Firenze)
  • Alan Walmsley (Copenhagen)

Ultimo fascicolo pubblicato

 

Norme redazionali

E-mail redazione